Informazioni personali

La mia foto
Ago e filo, strumenti del ricamo, qui con perline e tanta fantasia per... ricamar gioielli! Peyote, brick stitch, herringbone, netting, right angle weave, soutache, embroidery sono le tecniche di tessitura con cui mi diverto per hobby a dar forma alla mia creatività e grazie alle quali trasformo in realtà i miei progetti. Adoro anche giocare con la carta, la pasta di mais, il gesso, filati vari ed eventuali per il macramè e il kumihimo ... ed il risultato della mia fantasia sono tutte le creazioni che vedrete in questo blog, salvo dove diversamente specificato.

domenica 22 novembre 2015

Soutache: Ciondolo Dama d’Autunno

Da tempo osservo e ammiro le lavorazioni al soutache, da quelle più semplici a quelle più complesse, ed alla fine il richiamo è stato irresistibile così, seppur con gli inevitabili difetti della prima lavorazione, è nato questo ciondolo. 
Il cammeo l’ho realizzato in porcellana fredda (o pasta di mais che dir si voglia) e colorato con acrilici, misura circa 37x28 mm. Come mai un formato così “strano”? Perché qui ho avuto gioco facile, non ho modellato io la damina ma ho utilizzato uno stampo in silicone, la pasta di mais durante l’asciugatura si ritira modificando le dimensioni iniziali e questo porta ad un risultato finale assolutamente unico. 
Dopo aver colorato e protetto con una vernice il cammeo, ho iniziato la vera e propria lavorazione al soutache. Ho utilizzato piattine color crema e marrone da 3 mm (queste sono dell’ Angolo  Creativo), perle cerate da 3 mm e perline da 1,5 mm
Questa tecnica ha un fascino tutto suo, se siete indecise sullo sperimentarla o meno il mio consiglio è assolutamente quello di provare! Sicuramente avete già quasi tutto il materiale che vi occorre, scegliete le piattine di un colore che vi piace e fate i vostri esperimenti perché ne vale la pena. 
Tanto per cambiare è una lavorazione che dà dipendenza e così ho in cantiere un po’ di cosine … ^_^ 


Ciondolo in soutache con cammeo


Ciondolo in soutache con cammeo


6 commenti:

  1. Sai Paola che questo post sembra fatto su misura per me....io infatti ho ancora un sacco di remore, non so ancora se ho subito il fascino di questo tipo di lavorazione, però allo stesso tempo un po' mi intriga.......questa tua creazione è veramente bellissima, molto fine e ben fatta, non so... quasi quasi appena ho un momentino di tempo ci provo, però se da dipendenza è un guaio, con il poco tempo a disposizione....

    un abbraccio, Paola cara
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura! Per molto tempo ho visto lavorazioni bellissime ma troppo elaborate per i miei gusti e di dimensioni enormi, non le avrei mai indossate e quindi ho continuato a rimandare. In più non riuscivo a immaginarmi un pezzo finito come invece mi succede quando vedo del materiale classico per il confezionamento dei gioielli...però continuavo a guardare le creazioni in soutache e il mio interesse continuava a crescere... Alla fine mi sono buttata, in fondo avevo già tutto il materiale come colla, filo , aghi, perle, perline, cristalli ... mi mancavano solo le piattine! Ho seguito i miei gusti e sono contenta di averlo fatto, è davvero una lavorazione affascinante!

      Elimina
  2. Magnifico Paola! Sei bravissima in tutto!
    Complimenti e
    buona settimana
    sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sabrina! Magari fossi bravissima in tutto!! Ne ho di strada da fare ... però sono molto contenta che questo ciondolo ti piaccia!
      Buona serata

      Elimina
  3. Brava Paola, mi consoli: adesso so di essere in ottima compagnia!
    Complimenti: il ciondolo è bellissimo!
    Buona settimana
    let

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Sì, quello per il soutache è un amore che parte lentamente ma poi quando ingrana la marcia giusta non si ferma più!
      Buona serata

      Elimina